Blog ed eventi
Eventi ed appuntamenti

ANDREA CISLAGHI

L'intelligenza del cuore

Cislaghi espone a LE TROTTOIR - MILANO

Sabato 18 maggio alle ore 20 Andrea Cislaghi inaugura la sua personale L'intelligenza del cuore presso Le Trottoir alla Darsena,storico locale di Milano, punto di ritrovo di molti artisti e reso celebre dal grande scrittore Andrea G. Pinketts, recentemente scomparso.

Cislaghi, con la consueta visione artistica che si infrange su piani metallici, riflette su un futuro nuovo e virtuale in cui l'individuo è annientato da un consumismo estremo. Consumismo di conoscenza, ridotta a un comandamento e priva di un vissuto esperienziale. Consumismo di sentimenti, affidati alla ragione e non più al cuore. Un'estetica del reale, della concretezza, dove è la materia stessa suggerire forme e temi.


Sabato 18 maggio, ore 20:00

L'intelligenza del cuore di Andrea Cislaghi

Vernissage e cocktail di benvenuto

Le TrottoirPiazza XXIV Maggio, 1

Tram 3-9-10 MM Porta Genova

In esposizione fino a lunedì 3 giugno.

Andrea Cislaghi - L'arte operaia incontra il Giambellino

Milano - dal 30 aprile al 5 maggio 2018

Lunedì 30 aprile 2018, allo Spazio Seicentro (via Savona 99, Milano) inaugura la mostra personale Andrea Cislaghi: l'arte operaia incontra il Giambellino. Il vernissage è in programma dalle ore 18.00 e prevede l'intervento introduttivo di Andrea Cislaghi al percorso espositivo. Segue buffet.

Milano -Andrea Cislaghi è un artista operaio che realizza quadri e sculture ecosostenibili, utilizzando materiale di recupero industriale. Lavorando in una fabbrica che fornisce materiale per motori elettrici, Cislaghi trova nei semi-lavorati di ferro e cemento uno stimolo espressivo costante e realizza suggestive forme stilizzate ed essenziali, caricaturali e astratte. Un'estetica del reale, della concretezza, dove è la materia stessa a suggerire forme e temi.

Milano -Cislaghi espone al Giambellino, un quartiere tradizionalmente legato al mondo operaio, alcune sue creazioni ispirate proprio alla quotidianità della fabbrica, con interventi sul tema dello stesso artista e di alcune personalità del mondo della cultura e del lavoro.

La mostra Andrea Cislaghi: l'arte operaia incontra il Giambellino, ospitata presso la Sala Arianna dello Spazio Seicentro, è visitabile da lunedì 30 aprile a sabato 5 maggio 2018 con i seguenti orari: 10.00-12.30 e 14.00-19.00. Ingresso libero.

Inoltre, intorno alla mostra, sono in programma i seguenti incontri. Mercoledì 2 maggio, alle ore 18.00, Giancarlo Girotti, attore dialettale e conoscitore del mondo operaio del milanese, parla sul tema Racconti milanesi della fabbrica. Venerdì 4 maggio, sempre alle ore 18.00, l'artista Roberto Sironi presenta il suo libro Gente del Giambellino.

Cislaghi alla Galleria Lazzaro

10 maggio - 1 giugno 2018- LA FORMA DELLO SPAZIO - Andrea Cislaghi, Massimiliano Esposito, Andrea Rossi, Marco Ugoni. Inaugurazione giovedì 10 maggio 2018 ore 18 nella sede di Milano in via Cenisio 50. Orario da martedì a sabato 9-13/15-19.


Spesso pensiamo allo spazio come ad un attore secondario della composizione, un 'contenitore' dove un racconto ha luogo. In questa interpretazione una dicotomia tra le parti è all'opera: vuoto contro pieno, soggetto contro sfondo. È la stessa dicotomia che caratterizza molti altri fenomeni nel nostro modo di ragionare; si pensi, per fare solo qualche esempio, alle coppie luce / ombra oppure suono / silenzio o ancora moto / staticità, dove apparirebbe come inevitabile il carattere di esclusività della relazione.
Basta però soffermarsi un momento su questi esempi per riflettere come sia allo stesso modo vero che, all'interno delle dicotomie, i termini tanto si escludano quanto si definiscano a vicenda. L'uno descrive l'altro, l'altro marca i confini dell'uno. Cosa È l'ombra? È l'assenza di luce. Cosa È il silenzio? È l'assenza di suono. Cosa È la staticità? È l'assenza di moto.
Torniamo allo spazio, il quale prova ulteriormente questa logica. Lo spazio è importante perché definisce il soggetto che in esso agisce e il soggetto, secondo la logica sopra esposta, dunque, a sua volta definisce lo spazio.
Maggiormente importante è che solo la loro somma può dare vita all'opera. Gli studi della teoria Gestalt lo evidenziarono in maniera scientifica: la simbiosi tra sfondo (spazio) e figura di primo piano (soggetto) è viva e vitale.
Se lo spazio ha utilità di chiarezza visiva, esso può anche essere, ed è, un valore. La Forma Dello Spazio getta una luce sul suo valore estetico. Gli artisti presenti - Cislaghi, Esposito, Rossi, Ugoni - dedicano una attenzione particolare alla strutturazione visiva (e fisica), delle loro opere. Nelle loro figurazioni essi hanno un modo personale di 'narrare' lo spazio, facendone avvertire la presenza in maniera forte. Ora liquido (Rossi) ora grafico-geometrico (Ugoni), in alcuni casi con il rigore di prospettive spesso vertiginose (Esposito), in altri fino a frangersi affilato in piani metallici (Cislaghi), lo spazio dei quattro artisti rivendica un ruolo da protagonista nel loro discorso artistico. 


Andrea Cislaghi
L'arte di Andrea Cislaghi non è espressione fine a se stessa, è necessità inarrestabile di dare vita e pensiero alla materia.
Cislaghi è nato nel 1971 a Boffalora. Una terra di tradizione manifatturiera e agricola, dove l'artista sviluppa fin dall'infanzia una sua personale estetica legata al potere evocativo del quotidiano, influenzata dalla cultura steampunk,
così come dai classici dei fumetti dell'epoca, come Dylan Dog, Mr. No, Tex e il Comandante Mark. Lavorando in una fabbrica che fornisce materiale industriale per motori elettrici, l'artista trova nei semi-lavorati di ferro e cemento, piegati in forme stilizzate ed essenziali, caricaturali e astratte, uno stimolo espressivo costante. Si tratta di opere imponenti, realizzate in ferro tagliato a laser, saldato a filo e talvolta con l'inserimento di elementi in cemento. Le sue tematiche si sviluppano su due binari: la dinamica, il movimento meccanico, con cui è a contatto ogni giorno sul lavoro e gli affetti, la semplicità della vita di provincia, in cui ritrova la tenerezza della famiglia e dei ricordi.
Negli ultimi anni Cislaghi ha esposto in una serie di mostre a Milano, in location varie, come lo Spazio E, lo Spazio TID, l'ampio showroom milanese noto per le sue collaborazione con Elle Décor e l'Istituto Marangoni, presso lo spazio multifunzionale I Sentieri dell'Eden a Serina (BG), lo spazio espositivo di Sisal Wincity, Castelli Gallery, Bys Milano e lo spazio Seicentro.


Cislaghi alla Primavera dei Giardini

Rogoredo Santa Giulia - vivere in quartiere

Domenica 8 aprile ANDREA CISLAGHI,artista operaio ecosostenibile del ferro e del cemento, ha  partecipato con alcune sue opere alla seconda edizione della Primavera dei Giardini di Rogoredo.
L'iniziativa, nata da un'idea di Pierangelo Tomaselli in stretta collaborazione con le associazioni e commercianti aderenti, vuole richiamare l'idea di risveglio di ritorno alla socialità in un luogo che da diversi anni ha perso la sua naturale funzione di aggregazione e convivialità. Un evento spontaneo in cui il verde di un prato e gli alberi in fiore diventano cornice per un insolito quadro di rinascita sociale.
Domenica 8 aprile dalle 9 alle 17
ANDREA CISLAGHI alla
Primavera dei Giardini

Via Rogoredo - MM3 Rogoredo

Dal Giambellino al Giambellino

Mercoledì 6 dicembre CISLAGHI ARTIST partecipa alla mostra collettiva di pittura Dal Giambellino al Giambellino - Dall'arte alla periferia, presso Seicentro a Milano, uno spazio che risponde alle esigenze culturali e di socializzazione della zona ed è aperto agli artisti emergenti che possono così entrare in contatto con il pubblico e condividere le proprie esperienze. Cislaghi Artist risponde così in modo coerente alle sue origini operaie con la scultura, di gusto prettamente post industriale, Agglomerato e il quadro, dai chiari richiami alla street art, Binario.
La mostra rientra nella Terza edizione di Gente del Giambellino - Arte Cultura e Territorio, una manifestazione organizzata dal Consiglio di Zona 6 in collaborazione con Roberto Sironi e l'Associazione Culturale "Un Artista in Bicicletta".
Mercoledì 6 dicembre alle ore 18.00
inaugurazione della mostra con CISLAGHI ARTIST
DAL GIAMBELLINO AL GIAMBELLINO Dall'arte alla periferia
presso Spazio Seicentro (Sala Teseo)
Via Savona 99 - Milano
Tram: 14
Ingresso libero
Nei giorni successivi all'inaugurazione, la mostra sarà visibile fino al 13 dicembre.

Cislaghi Artist partecipa alla mostra collettiva d'arte contemporanea Lo Sguardo presso Sisal Wincity in Piazza Diaz 7 a Milano, una location inusuale che vuole restituire all'arte il suo primato e la sua autentica vocazione: l'arte per tutti, di tutti, ovunque.
Un viaggio sensoriale e introspettivo con la pittura a cura dello storico e critico...

Andrea Cislaghi, classe 1971, è uno scultore che vive e opera a Boffalora Sopra Ticino (MI).
Durante il giorno lavora in una fabbrica che fornisce materiale industriale per motori elettrici. Nei semi-lavorati di ferro e cemento, che vengono scartati, l'artista ha trovato uno stimolo espressivo costante, con questi materiali realizza opere uniche.
I...

Metafora sulla situazione di equilibrio precario tra difficoltà quotidiane ed il venire a patti con i propri sogni infantili, che vengono meno in ragione dei bisogni della vita che può mutare in ogni momento.
Vita che per qualsiasi imprevisto può venire stravolta; ma, proprio come nella canzone di Vecchioni, l'armonia della musica del violino ci...