Biografia
L’arte di Andrea Cislaghi non è espressione fine a se stessa, è necessità inarrestabile di dare vita e pensiero alla materia.

Andrea Cislaghi

Cislaghi artist

Cislaghi è nato nel 1971 a Boffalora. Una terra di tradizione manifatturiera e agricola, dove l'artista sviluppa fin dall'infanzia una sua personale estetica legata al potere evocativo del quotidiano, influenzata dalla cultura steampunk, così come dai classici dei fumetti dell'epoca, come Dylan Dog, Mr. No, Tex e il Comandante Mark. Lavorando in una fabbrica che fornisce materiale industriale per motori elettrici, l'artista trova nei semi- lavorati di ferro e cemento uno stimolo espressivo costante. Un'estetica del reale, della concretezza, dove è la materia stessa a suggerire forme e temi. Non una semplice riproduzione, ma un'arte, che evoca l'intensità stessa della realtà, uno specchio introspettivo sull'animo umano.

E' filosofia in movimento l'arte di Andrea Cislaghi. Un'arte che crea, con scarti di ferro e ingranaggi vincolati in movimenti perpetui, una fuga dal reale. Li trasforma in idee, emozioni, equilibri immaginari che riflettono la logica circostante in cui si confondono forme, moti perpetui e colori. L'immaginario artistico di Cislaghi ci lascia sorprendere da paesaggi emozionali in bilico tra passato e futuro. Rivela un luogo dell'anima specchio del proprio io, come perfetto epilogo della ciclicità perfetta dell'ingranaggio verso l'intima perfezione del viaggio artistico

Grazie a Isabella Rotti per il testo della biografia ed Alberto Suardi per la fotografia